venerdì 14 dicembre 2007

Ok, il prezzo è ingiusto!

Avevo deciso di tenermi questa storia per me, contando che si fosse trattato di un equivoco e che si sarebbe stato risolto in un giorno o due.

A quasi 10 giorni di distanza non è cambiato nulla... peccato perchè per una volta ci credevo.

Vi spiego cos'è successo.

Ero andato la settimana scorsa al Mediaworld a caccia di regali di Natale e mi soffermo sul bancone dei giochi per X-Box 360. Guardo novità... Kane & Lynch e sugli scaffali con una citazione di Game Republic che ne esalta le caratteristiche nella sua preview (se non erro ha preso l'ennesimo 7/10 in sede di recensione vera e propria), la versione per PC riporta anche una frase di TGM, che si sono pure incazzati perchè come al solito la frase era presa da una preview...

APERTA PARENTESI
Trovo divertente che tutta la stampa sia concorde sull'annunciare un capolavoro che poi si rivela una cagata... mica è la prima volta che succede! Kane & Lynch, Hellgate London, Lair (PS3), Sonic The Hedgehog (XBox 360... ARGH... ecco ho messo un'altro dito nella piaga :|)... sono le software house che si sono fatte furbe o i giornalisti che non sono più capaci di fare il loro lavoro? O magari interessi del tipo "Parlatene bene in preview e avrete tanti bei vantaggi in futuro"?
CHIUSA PARENTESI

Vabbè rientro in topic, non stò qua a parlare di Kane & Lynch ma di un'altro gioco: ACE COMBAT 6. Sullo scaffale dei giochi della 360 il gioco costava 59.90. Lo prendo con un sorrisone e vado verso la cassa.
Non sono un gran patito della guerra e dei simulatori di volo reali al 100% ma i giochi fatti bene di guerra moderna e quelli piuttosto arcade che mi ricordano la saga di Wing Commander, per quanto siano irreali, mi fanno impazzire...

Dò il gioco alla commessa che lo passa sullo scanner ed esce il prezzo... 69.90 €. La commessa si chiede come mai e chiama il responsabile di settore.

Lui arriva con 3 copie del gioco e mi dice "Guarda, c'è stato un errore nell'etichettare il gioco, quello è l'unico che ha la scritta 59.90 sopra mentre questi 3 sono 69.90... ti confermo che è questo il prezzo corretto"

Strano, ovunque avevo sentito che il responsabile è quello che dice "Azzo abbiamo fatto un errore... hai ragione, ti levo 10 € dal prezzo del gioco, auguri e buon Natale". Questo evidentemente era un IRresponsabile, perchè se trovava uno che aveva voglia di fare casino, se lo inchiappettava come voleva.

Quel giorno dovevo tornare a casa presto e così ho semplicemente rifiutato di comprare il gioco a quel prezzo, se avessi fatto un po' di pressione sarebbero stati COSTRETTI a vendermelo al prezzo ESPOSTO. Le altre copie potevano anche costare 69.90 ma QUELLA veniva 59.90 e non c'erano scuse che tengono.

Oggi torno al Mediaworld, reparto X-Box 360... TOH! Ace Combat 6 a 59.90! Nell'altro scaffale invece 69.90... insomma non è cambiato niente! Non solo il tizio era un IRresponsabile ma era pure pigro! Non fosse che il gioco l'ho già comprato alla FNAC pagandolo di meno, sarebbe stato il momento dell'incazzatura... che stò sfogando qua sul blog, in modo da informare la gente di ciò che succede.

Perchè informare le persone dei loro diritti verso negozianti disonesti / pigri è molto meglio che risparmiare 10 € sul prezzo di un gioco.

Ecco le cose da fare nel caso in cui si ripeta la scena per voi (vale per ogni negozio):

- Fare presente a chi stà alla cassa che il prezzo sulla confezione differisce da quello proposto dalla cassa
- Chiedere di poter parlare con un responsabile (se non è quello alla cassa / bancone, nei grandi negozi come Mediaworld ci sono vari responsabili, ognuno per un settore diverso)
- Se il cassiere (o la cassiera) non vi fa il prezzo che vi spetta e il responsabile arriva, fargli presente dell'errore che LORO hanno fatto
- Se il responsabile fa storie, proseguire dicendo che quello che è stato fatto equivale a pubblicità ingannevole, tu hai il diritto di pagare quanto scritto sulla confezione
- Se ancora fa resistenza, minacciare di chiamare i carabinieri per fare un casino (è vostro diritto)
- Se non si smuovono, potete o chiamare effettivamente i carabinieri oppure andarvene senza comprare il prodotto e diffondere ad altre persone il fattaccio... vedete voi se vale la pena di perdere tempo per la differenza di prezzo.

1 commento:

Dio Brando ha detto...

meglio che striscia e le iene! =)