lunedì 28 gennaio 2008

Evviva, un'alternativa al PEGI! ... tutta Italiana. :(

Ricordate l'articolo che feci un po' di tempo fa sul PEGI e sulla necessità di sostituirlo o di migliorarlo?

Evviva, qualcosa si muove... purtroppo.

Prima di darmi dell'ipocrita, sappiate che questo stà accadendo solo in Italia e, se la legge 3014 verrà varata, porterà diversi svantaggi a noi videogiocatori.

Secondo la newsletter di Multiplayer.it e un articolo di Punto Informatico, la nuova organizzazione avrebbe il compito di classificare film e videogiochi come farebbe ora il PEGI, ma in coda a questo.
Prima, quindi, il PEGI fa il controllo, poi ci pensano i nostri critici Italiani.

Il problema generato sarà quindi un probabile allungamento dei tempi di classificazione del videogioco (solo qui in Italia!), che porterà ad un probabile slittamento del giorno di uscita dei giochi (solo qui in Italia!)

Ben venga un nuovo organo di classificazione se è migliore del PEGI, ma deve essere qualcosa di globale, di europeo... farlo stato per stato non ha assolutamente senso.

Se un giocatore aspetta trepidante l'uscita di un gioco che però subisce un ritardo SOLO in Italia... se il giocatore ha un minimo di dimestichezza con il computer ed Internet, quanto gli ci vorrà per procurarsi una copia in Inglese (legale o meno che sia)?
Pensate anche a chi avrà il gioco in ritardo perchè ha bisogno del gioco in Italiano, in quanto non conoscendo l'Inglese subirebbe l'ira della barriera linguistica (malissimo in questo caso! Studiate, ragazzi! Studiate l'Inglese, che vi potrete godere meglio i giochi in lingua originale che non tradotti male e doppiati senza impegno).

C'è da dire che in seguito alla caduta del governo la legge potrebbe passare in secondo piano (ME LO AUGURO VIVAMENTE! In Italia abbiamo ben altri problemi)...

1 commento:

Maggix ha detto...

Studiate, ragazzi! Studiate l'Inglese, che vi potrete godere meglio i giochi in lingua originale che non tradotti male e doppiati senza impegno).

Beh non è che uno deve studiare l'inglese solo per questo;) però potrebbe essere un buon motivo... diciamo che qualche tempo fa non c'erano le localizzazioni (o erano rare) quindi ti dovevi smazzare e imparare l'inglese per giocare agli RPG, adesso non serve più, tanto c'è il bellissimo doppiaggio/traduzione in italiano :D

Hai dimenticato di dire che c'è una petizione in ballo per evitare che una simile proposta venga approvata, LINKA LINKA!